domenica 9 maggio 2021

"Alex e Anya" di Sara Pilotta

 



Titolo: Alex e Anya

Autore: Sara Pilotta

Casa editrice: Amazon KDP

Genere: Romance

Pagine: 275

Prezzo Kindle: 1,99 

Prezzo cartaceo: 11,96




Descrizione:


Siete mai stati a Luxum? È una città -misteriosa dove spesso s’intrecciano storie che sanno di polvere e tempi lontani. Non c’è spazio per l’amore e nemmeno per il cielo azzurro; ci sono spade, sangue e territori da conquistare. Ci sono solo padroni da servire e inganni da dipanare.

In uno di questi viaggi però qualcosa accadrà e a Luxum soffierà un vento nuovo.

Alex è una guardia al soldo di un padrone senza scrupoli. Anya è una giovane schiava lasciata a morire nel deserto. Lui la salva e tra i due è amore a prima vista. Sembrerebbe la fine di una fiaba, ma non è che l'inizio di una lunga avventura.

Due anime ferite che cresceranno tra difficoltà e pericoli.

Riusciranno i nostri protagonisti a raggiungere la serenità?


Il ricavato sarà devoluto all'associazione: "Baffi e Code ONLUS" di Vercelli.


Avvertenza: La lettura di questo libro è consigliata a un pubblico di soli adulti in quanto contiene scene di sesso.


https://www.amazon.it/Alex-Anya-Sara-Pilotta-ebook/dp/B08PRWFHGF/


Biografia


Sara Pilotta ha 35 anni e vive a Vercelli..

Diplomata in lingue straniere, è un'appassionata lettrice e grande fan di Stephen King. Ama l'animazione e la cultura giapponese, gli animali e i viaggi.

Questo è il suo primo romanzo.




Curiosità


La storia d'amore fra Alex e Anya mi è apparsa in sogno in una notte qualunque di Marzo.

Sembrava un film d'animazione giapponese, dai tratti delicati e dalle scene d'azione vivide.

Non avendo mai scritto niente prima, mi sono chiesta se fosse il caso di iniziare proprio in quel momento, ma l'idea era forte, più forte delle mie paure.




Estratti:


Alex

 

La prima volta che la incontrai faceva un caldo torrido, il sole era al suo apice nel cielo e avevamo la sabbia anche nei calzoni. Volevo disperatamente farmi un bagno come si deve, ma nel deserto, è risaputo, l’acqua è cosa assai rara e di lì ad altri sette giorni di cammino non avremmo visto altro che dune


Anya

 

La prima volta che lo incontrai faceva un caldo torrido, il deserto mi stava uccidendo prima delle botte che avevo ricevuto. Avevo una dannata sete, la gola mi faceva male, non riuscivo a respirare e non potevo muovermi; ci avevo provato, ma avevo qualcosa di rotto, lo sentivo.



Nessun commento :

Un "mi piace" non costa nulla, è sempre gradito e basta soltanto un clic! Grazie di cuore!

La pagina ufficiale del blog su Facebook

Seguimi su Goodreads!