Lettori fissi

martedì 7 febbraio 2017

"Arma Infero" di Fabio Carta



Titolo: "ARMA INFERO - Il Mastro di Forgia"
Autore: CARTA Fabio
Editore: Inspired Digital Publishing
Data di uscita: 11 Maggio 2015
ISBN: 9788894002157
Genere: Fantascienza (sub: distopico, space opera, planetary romance)
Prezzo: € 1,99 (€2,49 su Google Playstore) 
Formato: ebook (ePub, Mobi)
Pagine: 650 ca
         nonché sui maggiori store online;

Tra le dune di cenere radioattive, la tragedia di un intero pianeta è già consumata.
Seduto tra esse un vecchio si domanda come s’è potuti arrivare a tale follia e ripercorre i ricordi di una vita, la sua vita, spesa al fianco del protagonista proprio di quella guerra apocalittica: Lakon.
Karan ne è stato amico e compagno d’arme, sempre al suo fianco, e ora ne è il biografo, di colui che è ricordato come il Mastro di Forgia, Lakon il Martire Tiranno, l’unico che fu in grado di riaccendere le antiche energie che covavano inutilizzate negli zodion come nelle antiche macchine, retaggio incompreso e incomprensibile dell’arcana civiltà coloniale dei patriarchi. Forte di questo suo talento, Lakon poté, da umilissimo prigioniero di guerra, in breve assurgere al rango di cavaliere di zodion, combattendo in prima linea in battaglie storiche, come quella di Bastian, primo e tragico atto di una piccola guerra civile destinata ad innescare il più vasto conflitto planetario. Condottiero vittorioso, in seguito egli avrebbe avuto anche l’onore di comandare una mistica ricerca di ulteriori tecnologie, perdute oppure gelosamente custodite chissà dove come sacre reliquie, lungo le strade della Falange, il regno violento e pericoloso tra le aspre rocce dei calanchi, ove le gesta del Mastro di Forgia si svolsero. Ma dove sono ora le tracce di tanta gloria? Nelle dune di cenere, poiché: “Cenere, non c’è che cenere su Muareb”.

Arma Infero, l’ultima opera pubblicata dalla Inspired Digital Publishing, sarà disponibile dal 11/05/2015 in tutte le librerie digitali in versione e-Book e Mobi
Si tratta di un poderoso e avvincente romanzo di fantascienza che cattura il lettore già dall’antefatto e lo catapulta su Muareb, un pianeta sconvolto dagli eventi di una terribile guerra fra fazioni dotate di armamenti e mezzi iper-tecnologici. La storia coinvolgente, ricca di intrighi e di colpi di scena, di momenti stupendi e dolorosi, lascia un segno profondo nel lettore che non può non esimersi dall’immedesimarsi nei protagonisti di questa storia.
L’autore Fabio Carta mediante una sintassi molto curata ed una terminologia arcaica e tecnica arricchisce l’opera dandole un connotato epico; lo stile del romanzo si distacca infatti dai canoni standard alla ricerca di un approccio particolare, che si è perso nelle opere recenti e che era alla base dei grandi lavori fantasy e di fantascienza del passato.
Un romanzo perfetto per chi ama le grandi storie, che sanno catturare con ricchi dettagli e mondi stupendi in cui il lettore può far vagare la propria immaginazione immedesimandosi fra le varie fazioni stimolandolo a scegliere una posizione in questa epica guerra.

SULL'AUTORE:

  

CARTA Fabio, classe 1975; appassionato di fantascienza ma anche dei classici della letteratura, come i romanzi del ciclo bretone e cavallereschi in generale; dipendente pubblico, sposato con due figli; laureato in Scienze Politiche in indirizzo Storico - Politico, questo è il suo romanzo d'esordio.



Su Muareb, un remoto pianeta anticamente colonizzato dall'uomo, langue una civiltà che piange sulle ceneri e le macerie di un devastante conflitto. Tra i pochi coloni sopravvissuti v'è Karan, vecchio e malato, che narra in prima persona della sua gioventù, della sua amicizia con colui che fu condottiero, martire e spietato boia in quella guerra apocalittica. Arma Infero è la storia di quest'uomo leggendario, Lakon. Emerso misteriosamente da un passato mitico e distorto, piomba dal cielo, alieno ed estraneo, sulle terre della Falange, il brutale popolo di Karan che lo accoglie e lo forma, facendolo assurgere da schiavo a tecnico di guerra - ossia "mastro di forgia" - e infine a cavaliere e guerriero sacro, in cerca di perdute reliquie insieme ai suoi nuovi compagni d'arme. Ma questo viaggio tra calanchi e deserti, in groppa agli zodion, gli arcani veicoli viventi delle milizie coloniali. finisce per essere solo la scintilla di quel grande conflitto i cui eventi lui, il Mastro di Forgia, è destinato a cavalcare, verso l'inevitabile distruzione che su tutto il pianeta incombe.
Ma dove sono ora le tracce di tanta gloria? Nelle dune di cenere, poiché:

“Cenere, non c’è che cenere su Muareb”.

Nessun commento :

Un "mi piace" non costa nulla, è sempre gradito e basta soltanto un clic! Grazie di cuore!

La pagina ufficiale del blog su Facebook

Seguimi su Goodreads!