Lettori fissi

mercoledì 16 novembre 2016

"Pocofuturo" di Sergio Beducci



Nome Libro: Pocofuturo
Autore: Sergio Beducci
Editore: Antonio Tombolini Editore
Collana: Officina Marziani
Genere: Raccolta/Letteratura contemporanea
Pagine: 70
ISBN: 9788893370691
ASIN: B01LWP5XF9
Disponibilità del formato: Ebook
Prezzo: 1.99 E In offerta fino al 6/11 poi 4.99 E

Link di acquisto: Amazon





Sinossi

Pocofuturo è composto da quattordici racconti, brevi e meno brevi. Ritratti di adolescenti messi di fronte alla malattia, alla sofferenza o semplicemente refrattari a uniformarsi alle regole che qualcuno ha deciso per loro. Vite di giovani e meno giovani presi tra solitudine e incapacità di immaginare per sé o per il mondo un futuro credibile o anche solo accettabile.

Il titolo è stato scelto perché in qualche modo l'idea di futuro ha perso di significato, si è contratta, è scivolata verso un futuro prossimo, un presente dilatato, atemporale. Pochi sogni, nessun ideale da realizzare: ognuno chiuso nel proprio angusto mondo, spesso intriso di rimpianto, di rancore.

Le uniche figure che conservano umanità, capacità di emozionarsi, energia vitale, sembrano essere i giovani marginali, le ragazze in fuga, i bambini che anche di fronte alla morte sono capaci di reagire, affrontandola.
Così, tra le pieghe di un’esistenza che sembra cristallizzata nell’inerzia e nell’apatia, può apparire d’improvviso una possibilità nuova, una speranza, l’amore perfino.

Un libro pieno di gatti con nomi strani, di cani che si chiamano Platone, ma anche di adolescenti che del filosofo e della sua allegoria della caverna, sono affascinati.

Un racconto presenta un identico inizio per uno svolgimento e un finale completamente diverso, quasi fosse l’uno la cover o il remix dell’altro, come si usa tra i musicisti e i dj.




Profilo autore: Sergio Beducci nasce a Terni e inizia a scrivere all'età di dieci anni, quando cioè si impossessa della maccchina da scrivere del padre; negli anni della preadolescenza cerca in tutti i modi di vendere a parenti e amici il frutto del proprio lavoro ("libri" da lui stesso impaginati e illustrati). Da allora presumibilmente ha migliorato stile e capacità narrative, pubblicando numerosi racconti in varie antologie, il primo dei quali nel lontano 1994.

Soffrendo d'insonnia, passa la notte a ideare trame articolate e personaggi interessanti per futuri romanzi, di cui non sempre al risveglio riesce a ricordarsi.

E' appassionato di tecnologia, storia antica, fumetti, cinema d'autore e B Movie; segue con entusiasmo le ultime scoperte della ricerca scientifica e ascolta musica ogni volta che può, dal rock, alla classica fino ai ritmi dance.

Legge narrativa di ogni genere, preferibilmente in ebook, di cui ama in modo viscerale l'odore della carta elettronica.

Apprezza lo scambio e l'interazione con lettori, autori o semplici curiosi, che lo possono contattare sul suo blog o sui social.

Nessun commento :

Un "mi piace" non costa nulla, è sempre gradito e basta soltanto un clic! Grazie di cuore!

La pagina ufficiale del blog su Facebook

Seguimi su Goodreads!