Lettori fissi

mercoledì 12 novembre 2014

Anteprima: "Cronache Infernali" di Alexia Bianchini e "Nero Eterno" di David Falchi



Titolo: Cronache Infernali
Autore: Alexia Bianchini
Genere: Fantasy/Horror
Collana: Rosa Gotica
Pagine: 146
Prezzo: 2,99 ebook / 9,90 cartaceo
Data di Uscita: 12 novembre ebook/ 12 dicembre cartaceo
Disponibile su Amazon qui: http://tinyurl.com/k6y2j46


SINOSSI

Demoni, principi maledetti, cacciatori. Tradimenti e passioni si intrecciano fra le pagine di questa storia, tra Terra e Inferi. Nel Bene c’è sempre un po’ di Male, e nel Male è possibile trovare un po’ di Bene?
A voi l’ardua sentenza.

L’AUTRICE

Classe 1973, autrice di romanzi e racconti di genere fanta­sy, horror e weird.
Ha pubblicato con Ciesse Edizioni, GDS, Scudo Edi­zioni, Delos, ST books, Linee Infinite, Delmiglio Edito­re, Diamond Editrice, Domino Edizioni e La Mela Avve­lenata. È stata selezionata con i suoi racconti in diversi con­corsi e riviste di genere.
Editor, curatore di collana, è stata direttore del webmaga­zine Fantasy Planet per due anni, curatore editoriale per Ciesse e per Lite Edition.
Attualmente cura una rubrica per True Fantasy e lavora come grafico in una multinazionale.

UN ASSAGGIO

Il caduto la sorprese, tirandola verso di sé. Aprì la bocca e ne uscì una luce accecante che la invase e le si insinuò nella carne. Matyamavra provò mille sensazioni devastanti, un caldo atroce e poi una serenità immane. Dalla schiena le usci­rono due immense ali bianche.
«Potrai vedere il male e ingoiarlo, ma ricordati che la luce che possiedi ora potrà essere letale», le sussurrò, la voce ridot­ta a un labile soffio. «Ora portami la tua creatura, ne sento il pianto.»
Il piccolo venne inondato di luce. L’aura che prima circon­dava l’angelo si spense del tutto.
«Qual è il tuo nome?» gli chiese la Divoratrice.
«Io sono Lucifero, il Portatore di Luce.»
Infine si sgretolò, come polvere nel vento.
La Cacciatrice recuperò il piccolo Kalinger e lo mise in una gerla sulle spalle, quindi si incamminò verso i demoni. Se dove­vano prendere possesso del suo mondo, li avrebbe tenuti sotto stretta sorveglianza, fino a trovare la soluzione per libe­rarsene.

Dalla PREFAZIONE di Fabrizio Cadili e Marina Lo Castro

Alexia Bianchini intesse un arazzo di storie legate da un sottile filo viscido di sangue. Pagina dopo pagina, seguendo la caccia di Matyamavra, la Divoratrice di demoni, si delineano le perversità di un mondo – incredibile a dirsi – ben più malvagio del nostro, nel quale il lettore viene immerso fino a esserne quasi sopraffatto. Violenza cruda e senza censure, lussuria sfrenata, crudeltà insensibi­le; queste sono le parole d’ordine di Cronache Infernali. Ci sentiamo davvero in grado, noi miseri mortali, di inseguire i pensieri e le macchinazioni dei demoni?





Titolo: Nero Eterno
Autore: David Falchi
Genere: Horror
Collana: Ritorno a Dunwich
Pagine: 175
Prezzo: 2,99 ebook / 9,90 cartaceo
Data di Uscita: 12 novembre ebook/ 20 dicembre cartaceo
Disponibile su Amazon qui: http://tinyurl.com/pazdk9r


SINOSSI

Marcello Kiesel è un  cacciatore di fantasmi, specializzato nello scovare e annientare le presenze demoniache. Accompagnato dal suo fedele assistente, Lerner, spirito intrappolato in uno specchio, tenterà di affrontare e demolire l’entità diabolica che infesta la casa dei coniugi Guidi. Il caso in questione, però, si dimostrerà diverso e molto più ostico dei precedenti e coinvolgerà Kiesel a un livello più profondo, minando le certezze già acquisite in anni di consolidata attività professionale. Attraverso  strumenti di protezione contro gli spiriti, sogni astrali e passaggi in diverse dimensioni del reale e dell'onirico, il protagonista cercherà di contrastare l’oscura presenza che tenta di impossessarsi del suo spirito e della sua carne.

L’AUTORE

David Falchi nasce a Perugia nel 1974. Si trasferisce a Roma per studiare Economia e Commercio e rimane nella Capitale anche dopo la laurea. Da sempre appassionato di letteratura di genere, Nero Eterno è il suo primo romanzo con protagonista Marcello Kiesel.

UN ASSAGGIO

Era ancora una massa di carne e muscoli scoperti ma ora aveva delle fattezze più definite. La statura era quella giusta e anche la stazza. Ma fu il volto a farmi rischiare di perdere il controllo. Dietro quei lineamenti appena abbozzati, come se ci avesse lavorato uno scultore con rozzi colpi di scalpello, riuscivo a riconoscere il mio viso.
L’entità stava cercando di riprodurmi.

Nessun commento :

Un "mi piace" non costa nulla, è sempre gradito e basta soltanto un clic! Grazie di cuore!

La pagina ufficiale del blog su Facebook

Seguimi su Goodreads!