Lettori fissi

giovedì 4 settembre 2014

Presentazione: “FLAMEFROST Insieme controcorrente” di Virginia Rainbow (selfpublishing)



Trama:
Il rapporto tra Sarah e Gered è arrivato a rottura, ma nessuno può prevedere gli eventi che li porteranno ad avvicinarsi di nuovo. Una serie imprevista di difficoltà cambierà per sempre la vita di Sarah e porterà Gered ad affrontare il biasimo e il contrasto della famiglia.
In una escalation di fughe rocambolesche e momenti di suspense, si dipana il destino dei due protagonisti, che nel frattempo maturano e imparano a rapportarsi fra di loro.
Li accompagnano amici fidati disposti a tutto per servirli e proteggerli da chi li ha traditi nel modo più vile.
Dalle montagne innevate dell’Everest alle foreste dell’Amazzonia, dalle strade di Roma alle segrete della navicella madre, infine la loro strada sarà posta davanti a un bivio dal quale non è possibile fuggire.
I misteri e le verità nascoste lasciate in sospeso nel primo volume saranno svelati?
Appassionante e travolgente, questo secondo capitolo della trilogia ci farà conoscere gli aspetti più profondi dei protagonisti, mettendo in luce desideri e sentimenti sempre più forti. Una miscela di avventura e romanticismo che stupirà il lettore per la sua carica di dolcezza e adrenalina, immergendolo in un mondo tanto fantastico quanto reale.

L’AUTORE
Virginia Rainbow è un’autrice che scrive fin da bambina, creando storie piene di immaginazione e sentimento. Ora passa il suo tempo tra il lavoro e la sua passione per la scrittura. Adora leggere, fare passeggiate in montagna e guardare i cartoni della Walt Disney. Il suo romanzo di esordio è “The black mask”; segue “Flamefrost Due cuori in gioco”, primo capitolo della trilogia Flamefrost.

“ (…) A un tratto, inaspettatamente, lui si mosse verso di lei.
- Concedimi solo un momento… - mormorò, in maniera talmente struggente che era impossibile negargli ciò che chiedeva.
La sfiorò con una mano su un fianco in un tocco lievissimo, per poi scivolare dietro di lei, intrecciando le braccia sulla sua vita e immerse la testa tra i suoi riccioli biondi.
Un brivido di emozione attraversò Sarah da capo a piedi, mentre il respiro le si bloccava in gola.
La sua stretta era tenera e avvolgente, l’accoglieva con delicatezza senza volerla imprigionare.
Sarah percepiva il suo respiro accarezzarle il collo e il suo petto che, a contatto con la sua schiena, si sollevava e si abbassava piano.
Quando le sue labbra si posarono dolcemente sulla pelle liscia del suo collo, facendola sussultare, avrebbe voluto gridare e piangere. Non fu capace di respingerlo.
Poi la sua voce le arrivò all’orecchio in un sussurro lieve e assorto, come il mormorio calmo del mare in un mattino d’estate.
- Sono sincero con te, Sarah. Ti amo come non ho mai amato nessuna. Puoi fare di me ciò che vuoi: lasciarmi, rifiutarmi, farmi soffrire. Ti asseconderò, come un amante assetato si piega ai capricci della sua padrona. Ma non smetterò mai di amarti.
Di colpo si staccò da lei, ansimando.
Lei sentì uno strappo lacerarle l’anima e si voltò per scorgere il bagliore azzurro dei suoi occhi che le sorridevano appena, mentre si allontanava da lei sulla strada assolata.
- Addio, Sarah. “

Brano ripreso dal romanzo “FLAMEFROST Insieme controcorrente”
Stralci del romanzo:
“ (…) Cinque anni di inutile vagabondaggio per lo spazio, con le riserve al limite, con lo spirito fiaccato dalla costrizione delle pareti di un’astronave… neanche un popolo forte ed evoluto come quello dei Luxoriani poteva continuare a lungo in quel cunicolo senza scampo.
Lui, il Principe Nero, aveva cercato di ostracizzare il peggio, passando il tempo a giocare come un ragazzino, celando le sue paure dietro un volto mascherato di sicurezza e orgoglio.
E ora si trovava nella situazione più difficile della sua esistenza: doveva scegliere tra il dovere, imposto dal suo ruolo di principe e dal pericolo per il suo popolo, e il sentimento che provava per lei, Sarah, quella ragazzina terrestre dagli occhi smeraldo che gli aveva letteralmente stregato il cuore. Lo scrupolo morale che era insorto in lui, inaspettato, lo lacerava dentro.
Si prese la testa tra le mani, mentre una folata di vento scompigliava i suoi capelli. Il cielo notturno, invaso di nuvoloni minacciosi, si riempì di bagliori, illuminandosi a intervalli.
Lei lo aveva rifiutato e aveva fatto bene. Avrebbe dovuto stare alla larga da lui. Lontana mille miglia.”

Brano ripreso dal romanzo “FLAMEFROST Insieme controcorrente”





Nessun commento :

Un "mi piace" non costa nulla, è sempre gradito e basta soltanto un clic! Grazie di cuore!

La pagina ufficiale del blog su Facebook

Seguimi su Goodreads!