Lettori fissi

venerdì 27 giugno 2014

Presentazione: "Incubi in Monastero" di Valeria De Luca


Irlanda 1960. 
Uno spettrale monastero si ergeva su un colle a strapiombo sul mare. Una gelida e fitta nebbia lo avvolgeva, rendendolo misterioso agli occhi della gente. Emily Noir sarà costretta contro il suo volere ad entrare nel monastero. Vivere lì una vita di solitudine e silenzi. Ma sua madre, ormai morta, entrerà nei suoi sogni e la inviterà a scoprire i segreti e orrori rinchiusi nel monastero. 
Riuscirà a mettere in salvo le monache del monastero da un'ombra malvagia che si aggira nel bosco del monastero? 
Che cosa si nasconde nel Monastero del Cuore Spinato? 
Tanti dolori e sofferenze dovrà affrontare Emily Noir... per arrivare a scoprire i misteri che si celano all'interno del Monastero. 
Il booktrailer:
Pagina Facebook:

Link d’acquisto:
costo: € 2,68

 “Emily Noir. Incubi in Monastero” uscì nel Dicembre 2011 in cartaceo con Arduino Sacco Editore

Sito internet:

L’e-mail:

Biografia dell’autrice:
Valeria De Luca nasce a Roma il 29/07/1981. Vive a Ladispoli con suo marito Emanuele e sua figlia Alice, avuta il 16/01/2013. I suoi studi finiscono al III anno dell’Istituto Turistico per problemi familiari. Il suo sogno era di laurearsi in psicologia criminale. E’ una grandissima tifosa di calcio: l’A.S. Roma. Le piaceva andare allo stadio prima di avere la bambina. Il suo scrittore preferito in assoluto è Stephen King, ha cominciato ad amare i suoi libri all’età di 11 anni. Ha scritto vari articoli sui giornali locali, rilasciato interviste per blog di autori emergenti, per il Tg di Canale 10 e per la radio locale di Ladispoli “Centro Mare Radio”.
Il suo ultimo romanzo “Le Lenzuola Nere di Khloe” è stato presentato in biblioteca comunale di Ladispoli, nel locale di Testaccio (Roma) “Studio 35” e presso l’Istituto comprensivo Corrado Melone (scuola media).
Altri suoi libri:
- Emily Noir. Incubi in Monastero – formato cartaceo - edito Arduino Sacco Editore.
- Le Lenzuola Nere di Khloe – formato cartaceo – edito Editoriale Programma.
- La Polvere del Tempo – racconto incluso nell’antologia “ Scritture in libertà”- edito Il Violino editore.
- Emily Noir. Incubi in Monastero – eBook autoprodotto su Amazon



Stralcio del romanzo:
Incipit:
Irlanda 1960.
Il Monastero del Cuore Spinato si ergeva su un colle a strapiombo sul mare, frastagliato da grandi scogli. Avvolto da fitte nebbie, creava un'immagine così spettrale, lugubre.
Il canto delle monache risuonava per quel colle deserto, creando un'armonia melodiosa in quel luogo isolato dal mondo.
Emily Noir, in compagnia di suo padre, aveva il timore di suonare il campanello.
*********************************
Il cuscino si impregnò di lacrime. Pensò che tra il monastero e la prigione ci fosse poca differenza. Si sentì prigioniera di quelle mura, ma una dolce musica le giungeva all'orecchio... era il rumore delle onde che si infrangevano sugli scogli e questo allietò il sonno di Emily.
Uno strano sogno invase la sua mente.
*********************************
La afferrò per un braccio e la portò all'interno di una camera situata nei sotterranei.
All'interno c'era solamente una sedia, un carrello con delle forbici e un rasoio di lato una scopa ma quel che fece sbarrare gli occhi a Emily furono dei grandi sacchi pieni di capelli. Iniziò a urlare, a scalpitare. Entrarono due monache, la trattennero e con la corda la legarono alla sedia. Cominciarono a tagliarle i primi riccioli, Emily a testa china non aveva più lacrime da versare. Madre Badessa la osservava, a braccia conserte, con uno sguardo di trionfo.
********************************
La ragazza si ritrovò a sognare se stessa che camminava nel bosco, un profumo gradevole di fiori le pervase le narici, si sentiva leggera, indosso non aveva abiti, era nuda ma si sentiva a suo agio. Si sentiva di appartenere alla natura, stabilire un contatto con essa.
Un coniglio bianco la osservava da dietro un cespuglio, lei gli corse incontro, il coniglio impaurito scappò, ma Emily non si diede per vinta e gli corse dietro fino ad arrivare a una casa, fatta in pietra, nascosta tra i melograni, si voltò e vide sua madre.
«Piccola, mia! Torna indietro, qui è pericoloso» - disse sua madre preoccupata.
Emily, a quelle parole, iniziò a correre via nel bosco. Aveva paura il cuore le arrivò in gola.
Di colpo Emily si svegliò, sudata e accaldata dalla febbre. Il buio totale della cella non le faceva capire se era sola o se Padre Peter era nascosto tra le ombre della cella.
*********************************
"Camminò tanto fino ad arrivare allo strapiombo. Guardò di sotto, notò che il mare era arrabbiato, spingeva forte le sue onde a infrangersi sugli scogli. Il cuore di Emily era come una di quelle onde, si infrangeva e si spezzava in tanti rivoli profumati di mare e salati da far venire sete. Sembrava, quasi, che il mare le parlasse, era presa dai suoi pensieri, la sua mente vagava nell'infinito di quel mare...


Nessun commento :

Un "mi piace" non costa nulla, è sempre gradito e basta soltanto un clic! Grazie di cuore!

La pagina ufficiale del blog su Facebook

Seguimi su Goodreads!