Lettori fissi

sabato 26 aprile 2014

Blogtour "Donne Pirata" - 1' Tappa - Mary Read intervista Isabelle





Il cuore Insanguinato – Mary Read intervista Isabelle

Dunque… Ti chiami Isabelle, giusto? Mi hanno detto che abbiamo diverse cose in comune, così ho pensato che avremmo potuto parlare un po’. Anche se, guardandoti, in realtà mi pare che non ci assomigliamo poi molto… Io, quando navigo, preferisco vestirmi come un uomo: lo trovo decisamente più pratico. Tu invece ti destreggi sul ponte della “Strega Rossa” indossando la gonna: nonostante tu sia cresciuta senza madre, mi sembri dare molto peso alla femminilità, ai gioielli, ai bei vestiti… E’ così o è tutta apparenza e in realtà anche tu sei un maschiaccio?
Per tutto il tempo in cui ho vissuto a Saint-Christophe ho sempre pensato che avere tanti vestiti, e bei gioielli, mi avrebbe resa felice. Non sarei più stata costretta a cucire, a lavare, a rammendare lo stesso abito… Poi il mio sogno si è avverato: avevo tutto ciò che c’era nei miei sogni, persino una cameriera che mi pettinava i capelli e una sarta che cuciva per me abiti meravigliosi! Ma sai Mary? Quelle cose non fanno la felicità… Mi sono accorta di essere più felice, e libera, quando potevo arrampicarmi sull’albero dietro al Cuore Insanguinato, camminare a piedi nudi in riva al mare senza chiedere il permesso a nessuno, anziché rimanere in quella gabbia dorata che l’Ammiraglio aveva costruito per me. Lui ci teneva, io credo che a suo  modo mi volesse bene, ma quel mondo non fa per me. Io voglio essere padrona delle mie scelte, voglio decidere cosa è giusto per me e fare quello che il mio cuore mi suggerisce. Se questo fa di me un maschiaccio allora sì, lo sono! E sono orgogliosa di esserlo.

So che anche tu, come me, hai perso tua madre in giovane età e che non hai mai conosciuto il tuo vero padre. Però, al contrario di me, pare che tu sia interessata a svelare l’identità dell’uomo che ha messo nei guai tua madre e vi ha abbandonate… Vuoi parlarmi di lui e di quello che provi nei suoi confronti?
Ho sempre pensato che fosse un dannato bastardo. Ma dai, come si fa ad abbandonare così una donna? Ma è un pirata, mi sono sempre detta, tutti i pirati si comportano così: prendono ciò che vogliono senza pensare alle conseguenze. E mia madre è stata una stupida, aveva tutto ciò che poteva desiderare e lo ha buttato al vento. Sì, insomma… la pensavo così, poi è successo qualcosa e mi sono resa conto che tutti sapevano chi lui fosse ad eccezione di me. Capisci? Vivevo dentro una menzogna e all’ombra di padre che faceva tremare di paura chiunque sentisse il suo nome! E mi sono resa conto di essere arrabbiata con lui perché mi aveva abbandonata, anche se forse nemmeno sapeva della mia esistenza. Ora tutti mi dicono di lasciar perdere e di non pensare a lui, perché pare sia davvero un bastardo sanguinario, ma come faccio? Più mi dicono di no, più cercano di tenermi all’oscuro, più io desidero sapere!



Non so se ne sei al corrente, ma negli ultimi tempi sto navigando con una ciurma molto particolare: a bordo, oltre a me, c’è un’altra ragazza. Il rapporto tra noi non è sempre stato idilliaco, perché Anne Bonny (questo è il suo nome) ha un carattere piuttosto difficile… Anche se probabilmente lei ti direbbe che sono io, quella complicata. Ad ogni modo, so che anche sulla tua nave c’è un’altra donna, Lorelai. Vorresti dirmi cosa pensi di lei?
Lorelay è una santa. Sai, io ancora non ho capito davvero come faccia a sopportarmi. Forse sono un po’ come voi, tu e Anne, anche io temo di avere un carattere difficile. Voglio dire, io sono abituata a cavarmela da sola, senza i consiglio di nessuno, ma sono molto affezionata a lei, mi è piaciuta dal primo momento, quando l’ho incontrata sulla nave dell’Ammiraglio. Mi è stata vicina, mi ha sempre aiutata, è un’amica, anzi, è una sorella per me. Ah! Mi sta insegnando a cucinare!

Io ho un rapporto di grande amicizia col capitano della mia nave. Invece so che tu, nonostante sostenessi di detestare i pirati, hai finito per avvicinarti parecchio al capitano della tua… Cosa ti ha fatto cambiare idea? Parlami un po’ di questo Tristan e di quello che c’è tra voi!
Oh diavolo! Che domanda imbarazzante Mary! Pensare a Tristan mi fa dire e fare cose strane, a volte non mi riconosco! Sai che una volta ho tirato una scarpa in testa ad una donna perché ero gelosa? Eravamo al ballo dell’Ammiraglio, che vergogna, io non so cosa mi sia preso, e lui si è accorto di tutto. Mi coglie sempre con le mani nel sacco… Lui è un pirata, l’ho scoperto spiandolo dalla finestra. Ma in fondo so di averci creduto davvero solo nel momento in cui sono salita a bordo della “Strega Rossa” e l’ho visto comportarsi come tale. Io brucerò all’inferno per ciò che provo per lui, Mary! Di questo ne sono certa. E’ sfacciato, arrogante, burbero ma affascinante come una legge della Corona dovrebbe vietare di essere.



Sta per uscire un nuovo libro che narra delle mie avventure, “Mary Read – nemica del genere umano”. So che anche le tue peripezie non si sono concluse ne “Il cuore insanguinato”. Puoi anticiparci cosa verrà raccontato nel nuovo libro dedicato a te? Sai già come verrà intitolato?
Sì, si parlerà ancora di me, hai ragione. Be’ ci sono ancora tante cose da dire dopotutto: io voglio scoprire qualcosa in più su mio padre e poi c’è la riunione della Fratellanza che è stata rimandata! Sono così curiosa di vedere cosa succederà! Sai, poi c’è una brutta faccenda in sospeso che mi pesa tanto: riguarda Gwendolyne, la moglie di Tristan… Voglio dire, lei è rimasta a terra, Lorelay mi ha detto che lui non l’ha mai voluta a bordo, e io le ho visto fare delle cose… con il Conte di Weston ma, no, non ne voglio parlare, mi mette di cattivo umore! Preferisco tornare sul ponte della Strega Rossa, respirare il profumo del mare, lasciare che il vento mi scompigli i capelli e guardare il mio Capitano al timone. Qui mi sento davvero a casa… Ah! Io so che Pamela ha già deciso quale sarà il titolo del nuovo libro, ma non me lo ha ancora detto, comunque quando lo saprò sarai la prima a cui lo farò sapere!

Beh, cara Isabelle, ti ringrazio per aver risposto alle mie domande. Ora devo scappare, i miei compagni mi aspettano…  Spero di leggere presto le tue nuove avventure!
A presto Mary! Mi ha fatto piacere chiacchierare con te!




Questo è il link dell'evento:


Pamela Boiocchi, "Il cuore insanguinato" (Butterfly Edizioni)




Nessun commento :

Un "mi piace" non costa nulla, è sempre gradito e basta soltanto un clic! Grazie di cuore!

La pagina ufficiale del blog su Facebook

Seguimi su Goodreads!