Lettori fissi

domenica 9 febbraio 2014

Recensione: "Le Mele Avvelenate" (A A. V V.) Antologia (La Mela Avvelenata Bookpress)


Titolo: Le Mele Avvelenate
Autore: AA. VV.
Editore: La mela avvelenata
Data di uscita: febbraio 2014
Formato: ebook
Prezzo: € 1.99
Pagine: 59
ISBN: 978-88-98394-82-1
 Scheda libro suGoodreads
Dove acquistare il libro: l’antologia è disponibile sullo store della casa editrice La Mela Avvelenata
e su Amazon
Sinossi dell'antologia:
Oggetto del desiderio, merce di scambio, o arma letale: una mela avvelenata. Undici autori per undici racconti per un’antologia nata da un concorso per celebrare la mela più crudele della letteratura.

Sinossi dei vari racconti:
Angela D’Angelo: In un mondo sconvolto dalla guerra e da disastri nucleari, l’ultimo discendente di Giasone partirà a bordo della New Argo alla ricerca di un’arma benevola e misericordiosa. Sete di potere e mitologia si muoveranno sullo sfondo di un’Italia inedita e devastata.
Giovanni Stoto: Un padre che cerca vendetta per la figlia morta. Verità inaspettate che affiorano per aver scavato troppo a fondo. Il dubbio: se riportarle alla luce o sotterrarle per sempre. Una decisione d'istinto che conclude ma non risolve.
Davide Schito: In un futuro non troppo distante, sullo sfondo di un Paese dominato dalla dittatura, un killer professionista sta per portare a termine la sua missione più difficile. È l'Italia: non ci sono linee a separare i buoni dai cattivi, qui. E non è previsto un lieto fine.
Marta Savarino: Esiste un luogo a Rivoli da cui tutti sanno è meglio tenersi alla larga, un luogo nei pressi del castello simbolo della città intorno al quale ruotano leggende e misteri. Diana lo sa sin da quando era bambina ma qualcosa la attrae con l'inganno e la spinge ad avventurarsi proprio là dove in condizioni normali non sarebbe mai entrata...
Amy Lerajie: Dopo aver assistito alla rovinosa fine della Terza Repubblica ed essere fuggita da un conflitto civile, Marie è costretta a tornare a casa. La sua non è nostalgia, ma lavoro: la sua missione è recuperare un oggetto capace di distruggere i delicati equilibri che governano le vite degli esseri umani.
Ivy Di Colorare: Sono passati dieci anni da quando Bianca è stata svegliata dal bacio del conte Visconti, con cui subito dopo è convolata a nozze come nella più tradizionale delle favole. Ora la giovane donna, figlia di una fata irlandese e di un poeta maledetto, vuole sottrarsi all’oppressione di quel marito noioso e bigotto. Come farà a sfuggire al suo destino? E chi sarà il misterioso vero amore di Bianca?
Marco Bertoli: Il racconto è un’interpretazione in chiave fantastica della vita di Alan Mathison Turing, padre dell’informatica e appassionato sin da bambino della favola di Biancaneve. Attorno alla mela avvelenata ruotano i fatti reali della tormentata esistenza del matematico, mescolandosi con gli accadimenti della fiaba prediletta e non solo di questa.
Monica Serra: Josephine è uno e molti, ha un’anima per ogni universo; non occorre cercarla perché lei sarà sempre lì dove c’è bisogno. Ma non so se ti conviene incontrarla. Non lo so. Potresti non essere pronto.
Rossella Pimpinelli: Roma, 1492. Al soglio pontificio sale Rodrigo Borgia, uno dei papi più spietati della storia. Celebre per la sua amante, Giulia Farnese, donna più bella di Roma. Viene ricordata come incarnazione di eleganza e raffinatezza. Ma Giulia Farnese non era così pura, aveva altri piani: divenire la donna più bella e più potente del mondo, tramite un patto con il Diavolo.
Giorgia Penzo: Carola è una bambina ricca e viziata che, come tutti noi, ha un proprio riflesso quando si specchia. Quello che però non sa, è che la sua immagine speculare trama di prendere il suo posto nel mondo reale. Dopo anni di risentimento, il riflesso di Carola decide di attuare il piano diabolico esattamente nel pomeriggio del decimo compleanno della fanciulla.
Massimo Bencivenga: Rosario e Federico erano amici, poi un segreto li divise. A distanza di tempo, un altro segreto li farà incontrare in una Napoli futuribile, oscura e opprimente che costringerà Federico a dar fondo alla sua esperienza. All'esperienza militare dell'uomo che negli anni della guerra maledetta chiamavano Ferro di lancia.

RECENSIONE “Il Riflesso di Carola” di Giorgia Penzo

Questo è stato uno dei racconti che mi ha colpito di più, ho avuto la fortuna di apprezzare già in passato questa giovane autrice, e ancora una volta non mi ha delusa. Il racconto ha un tocco dark e inquietante: fin dai tempi di “Alice nel paese delle meraviglie” tutti sappiamo che al di là dello specchio si nasconde un mondo parallelo pronto a inghiottirci. È quello che succede a Carola, il giorno del suo decimo compleanno. Dopo aver atteso a lungo, il suo riflesso malvagio, la sua immagine speculare, la afferra e la trascina dentro lo specchio imprigionandola e prendendo il suo posto nel mondo reale. Vi è mai capitato di conoscere una persona da anni e notare un improvviso cambiamento in lei? Bene, forse la persona con cui adesso parlate è il suo riflesso, saltato fuori da un mondo alternativo, dove ombre misteriose tramano, pronte a intrappolarci per prendere il nostro posto.

Nessun commento :

Un "mi piace" non costa nulla, è sempre gradito e basta soltanto un clic! Grazie di cuore!

La pagina ufficiale del blog su Facebook

Seguimi su Goodreads!