Lettori fissi

giovedì 8 marzo 2012

La stesura di un romanzo


Un romanzo nasce da un'idea. Ma come iniziare a scrivere un'opera di 300 pagine, quando ci ritroviamo davanti a una pagina bianca o allo schermo vuoto del nostro pc? Ecco le poche ma fondamentali regole.
1.Innanzi tutto, decidete se il vostro romanzo debba essere scritto in 1’ persona (il più delle volte il protagonista), in 2’ persona (specie se in forma epistolare), in 3’ persona (la forma più usata), o infine in 3’ persona onnisciente (colui che racconta la storia è a conoscenza di cose che i protagonisti ignorano).
2.Considerate la fascia d’età alla quale è rivolto il vostro romanzo: bambini, ragazzi, adolescenti, adulti. E di conseguenza valutate il tipo di scrittura (drammatica, ironica, metaforica…), assieme naturalmente al genere (drammatico, biografico, fantasy, fantastico, horror, thriller, poliziesco, romantico…).
3.Scrivete una sinossi di almeno una trentina di pagine dell'intero romanzo, fino alla conclusione finale. Quando si parte per un viaggio è meglio sapere in anticipo dove si va, altrimenti è meglio restare a casa (come dice il buon maestro Miyagi di Karate Kid).
4.Definite uno schema riassuntivo per ogni capitolo, un sunto su cui basarsi per non fare una grande e inutile macedonia di avvenimenti, solo per arrivare in fretta al finale e togliersi il pensiero!
5.Compilate una scheda relativa a ogni personaggio: nome, descrizione fisica e morale, interessi, rapporto con gli altri personaggi, ecc...Vi sarà molto utile, soprattutto se il vostro romanzo è molto lungo.
6.Documentatevi riguardo l'argomento che andrete a trattare: l’epoca storica, il luogo, gli usi e i costumi della società in cui vivono i protagonisti (ad esempio: anno 1789, Francia, Parigi, Rivoluzione Francese, persone del popolo).
7.I vocabolari, gli atlanti e i libri di grammatica non mordono, se vengono aperti ogni tanto! Usate un carattere semplice come il Times New Roman o Garamond, grandezza massima 12 (è normale credere di aver scritto un libro di 400 pagine se usate un carattere gigante e grandezza 16), nessuna sillabazione, rientro della prima riga, testo giustificato, interlinea singola.
Leggende metropolitane narrano di esordienti che hanno spedito alle case editrici romanzi scritti in carattere Chiller 18, color fucsia o blu fluorescente!...Il linguaggio sms lasciatelo per i telefonini. Nessun editore vi prenderà mai sul serio se presentate il vostro romanzo con le fattezze di un Pokèmon!
8.Non copiate romanzi già famosi, sperando così di diventare milionari in un mese. È impossibile, e correte il rischio di essere denunciati per plagio.
9.Non scrivete per diventare ricchi e/o famosi. La scrittura è sacrificio e lavoro quotidiano, se desiderate arricchirvi scrivendo sciocchezze tanto per farlo, non arriverete molto lontano e soprattutto non sarete mai veri scrittori. Tanto vale giocare al Superenalotto, invece che scrivere un libro.
10. Leggete, leggete e leggete! Questa è una cosa che non mi stancherò mai di ripetere. Leggete libri, leggete le vostre opere e quelle degli altri, leggete il giornale, leggete i fumetti, ma leggete!


Nessun commento :

Un "mi piace" non costa nulla, è sempre gradito e basta soltanto un clic! Grazie di cuore!

La pagina ufficiale del blog su Facebook

Seguimi su Goodreads!