Lettori fissi

giovedì 8 marzo 2012

La scheda del romanzo



Questa scheda indica la struttura portante del vostro libro. Prima di iniziare a scrivere, è molto utile compilarla, così da avere già chiaro il vostro lavoro.

1.Decidete se il vostro libro sarà un romanzo o un racconto. (Di solito si tende a considerare una storia che non superi le 50 pagine un racconto. Per il romanzo, non ci sono limiti da rispettare, basta che non scriviate 10.000 pagine...)

2.A quale genere letterario apparterrà il vostro romanzo? (fantasy, horror, thriller, romantico…)

3.A chi sarà indirizzata la vostra opera? (bambini, ragazzi, ragazze, adolescenti, adulti, casalinghe, professori, muratori…È un’ingenua utopia credere che il vostro libro interessi a tutte le fasce contemporaneamente.)

4.La trama è originale, o è già stata usata da altri? (naturalmente se scrivete la storia di un maghetto con gli occhiali o di un’umana che ama un vampiro sapete già che è stata usata…)

5.Questo libro sarà in grado di rimanere nel cuore del lettore, facendogli provare delle emozioni? (Questo dipende solamente dalla bravura dello scrittore: ci sono testi scritti senza nessun errore grammaticale che non comunicano nulla, e al contrario storie piene di errori ma dalla trama avvincente)

6.Ho davvero la capacità di scrivere un libro? (Rispondete sinceramente a questa domanda, soprattutto se è la prima volta in assoluto che ci provate, i temi a scuola e i racconti di 10 pagine non valgono)

7.Decidete il tipo di narrazione:

-1’persona (si usa per esprimere sensazioni forti, per coinvolgere il lettore, come se il protagonista si rivolgesse direttamente a lui, narrandogli la sua storia)

-2’persona (è molto rara, usata nelle forme epistolari)

-3’ persona (crea un forte distacco tra autore e protagonista, lo scrittore si mantiene estraneo ai sentimenti più intimi dei personaggi, il suo unico compito è quello di narrare i fatti così come hanno luogo)

-3’ persona onnisciente (lo scrittore è a conoscenza di cose che i protagonisti ignorano, può entrare nella mente dei personaggi, è per certi versi simile a Dio: governa tutto e tutti, ma deve continuamente controllare che ogni cosa sia al suo posto, che ci sia l’equilibrio)

8.Impaginate il vostro romanzo in modo semplice: (Word, Times New Roman 10 o al massimo 12, interlinea singola, giustificato, nessuna sillabazione, numeri di pagina, e finite ogni capitolo con “forza fine Pagina”, Ctrl+Invio)

9.Usate frasi semplici e parole di cui sapete il significato: (non usate paroloni solo per fare scena, il lettore lo capisce al volo, e il vostro libro gli sembrerà artefatto)

10.Correggete, correggete, correggete. (Prima di spedire un romanzo a un editore, lasciatelo riposare nel cassetto per un paio di mesi, poi rileggetelo. Questa è la parte più difficile e fondamentale, troverete sicuramente errori che prima non avevate visto, ve lo assicuro!)

Nessun commento :

Un "mi piace" non costa nulla, è sempre gradito e basta soltanto un clic! Grazie di cuore!

La pagina ufficiale del blog su Facebook

Seguimi su Goodreads!